1-1368003872

F.I.G.T.

Dalla passione all’evoluzione ………..da A.S.N.W.G. a F.I.G.T.

1993:   ASNWG nasce come organismo nazionale dedicato alla promozione ed alla diffusione del soft air

1994:   I° Campionato Italiano itinerante di Soft Air

1996:   nascono i primi Comitati Regionali e Interregionali

1998:   organizzazione delle prime Seminali e della I° Finale di Soft Air

2011:   il Ministero della Gioventù patrocina la Finale del Campionato Nazionale 2010/11

2012:   nasce il settore Arbitrale Nazionale

2013:   – da Associazione a Federazione, si costituisce F.I.G.T.

– nasce il Settore Giovanile

 

La storia di ASNWG

L’A.S.N.W.G. nasce nel 1993 come organismo nazionale dedicato alla promozione ed alla diffusione del soft air, unica disciplina ludico-sportiva esistente in quegli anni ed ispirata alla simulazione non violenta di giochi tattici.

L’obiettivo era soprattutto quello di dare impulso al soft air ma anche di stabilire contatti con le istituzioni, coordinando l´attività nazionale, curando l’immagine e tutelando gli interessi sportivi delle associazioni affiliate, operando con la massima trasparenza ed in totale spirito democratico.
L’Associazione ha coinvolto sin da subito Enti di Promozione Sportiva del soft air organizzando le azioni e le attività oltre ad incrementarne lo sviluppo attraverso un’autogestione che coinvolge solo persone direttamente interessate alla disciplina e quindi informate sulle dinamiche.

Inizialmente A.S.N.W.G. coordinava solo le Associazioni affiliate ma è grazie all’impegno ed alla volontà dei responsabili delle Associazioni iscritte in ogni regione d’Italia che progressivamente si sono formati dei Comitati in ogni regione.

La crescita nel tempo è stata esponenziale grazie ad una efficace gestione economica e ad una politica sportiva dinamica ed adeguata, tanto che attualmente i moduli organizzativi ed i regolamenti sportivi vengono attualmente presi a modello anche dal altre organizzazioni.
L’attività sportiva agonistica ha trovato sempre la sua massima espressione nel Campionato Nazionale a Pattuglia, unico evento sportivo attualmente in Italia cui partecipano associazioni provenienti da tutte le Regioni.
Parallelamente vengono svolti i singoli Campionati Regionali dai quali poi si accede alle fasi finali per l´attribuzione del titolo di Campione d´Italia, secondo un Regolamento di Gioco standardizzato, al fine di uniformare sia l´organizzazione che lo svolgimento delle gare di campionato.

L’attività didattica formativa viene svolta attraverso l´organizzazione di corsi per dirigenti, per arbitri e corsi tecnici di pattuglia sia a livello nazionale che regionale, oltre a fornire alle Associazioni affiliate adeguate informazioni ed assistenza tecnica normativa, amministrativa, fiscale, assicurativa e gestionale.

Le Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate ed i singoli tesserati, grazie alle quote di affiliazione e tesseramento forniscono i fondi per la gestione che restano ancora oggi interamente a carattere volontario.

Eletti democraticamente dalle Associazioni affiliate ed espressione istituzionale sono il Direttivo Nazionale come organo centrale e i Direttivi Regionali come organi periferici preposti alla promozione, alla formazione e al coordinamento dell´attività in regione.

 

Da Associazione a Federazione: un traguardo raggiunto insieme

Il 2013 è un anno importante per A.S.N.W.G., rappresenta un punto d’arrivo e al tempo stesso un punto di partenza poiché segna il raggiungimento di un traguardo fondamentale: il compimento di 20 anni di attività e di storia del Soft Air.

A.S.N.W.G. grazie alla sua attività costante e dinamica in tutti questi anni è riuscita ad accreditare il Soft Air come Sport, contribuendo in modo fondamentale alla sua diffusione, costruendo un campionato nazionale e valorizzando agli occhi della Pubblica Amministrazione questo tipo di attività. Nel 2012 il numero dei tesserati è arrivato a 8011 con ben 357 società affiliate, numeri che sono stati raggiunti solo grazie al costante impegno, alla passione ed al sacrificio dei suoi Dirigenti e di tutti i soci che hanno creduto in un’idea, in un sogno divenuto realtà: creare una struttura federativa che rappresenti il Soft Air italiano.

Già nel 2011 era arrivato il riconoscimento del Ministero della Gioventù, con la concessione del patrocinio da parte dall’ex Ministro Giorgia Meloni alla Finale del Campionato Nazionale 2010/11. Un’altra tappa fondamentale della nostra storia.

 

Questo riconoscimento è stato uno dei motivi che hanno spinto il Direttivo Nazionale ad occuparsi anche del settore laser tag oltre che soft air, due discipline sportive molto simili tra loro, basate sulla simulazione non violenta di giochi tattici, che si differenziano solamente per l’uso di repliche con sistemi differenti di marcatura.

 

Partendo dalla passione di poche decine di praticanti, che hanno sentito l’esigenza di coordinarsi tra loro, creando regole comuni, costruite sulla pratica dell’attività sportiva e sull’esperienza che da essa deriva, sono nati quei vincoli di rispetto e di amicizia che, cogliendo a pieno lo spirito genuino e sacro dell’associativismo, hanno fatto grande A.S.N.W.G.

Così di traguardo in traguardo, passando dal “Campionato Itinerante”, le cui tappe si svolgevano al Nord al Centro e al Sud per dare modo alle poche associazioni iscritte di poter partecipare, fino ad arrivare al “Campionato Nazionale”, giocato in ogni regione d’Italia per conquistarsi l’accesso alle Semifinali e Finali Nazionali, fino alla formazione didattica dei Corsi arbitrali e tecnici, ASNWG è arrivata ad avere una struttura propriamente federativa, non solo nelle intenzioni ma anche nei fatti. Una realtà di numeri concreti e costruita dalle persone, dai Comitati Regionali attivi su tutto il territorio italiano, da una Dirigenza preparata e sempre in campo con i propri associati, poiché costituita da giocatori e non da burocrati e politicanti.

Ecco perché il 2013 porterà cambiamenti dal sapore magico per tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo storico obiettivo. Il 2013 rappresenta dunque non solo una importante ricorrenza ma anche una rinascita!

Dal 2013 A.S.N.W.G. si è trasformata in F.I.G.T., acronimo di Federazione Italiana Giochi Tattici, aprendo la strada ad un nuovo universo.

Buon compleanno ASNWG e benvenuta F.I.G.T. nell’olimpo degli Sport del 21° secolo!

 

 

Settore giovanile nel 2013

Il Soft Air apre ai giovani: le nuove leve entrano in F.I.G.T.

Sono molti i minori che senza nessuna tutela assicurativa e senza alcuna conoscenza delle vigenti norme di legge, acquistano asg e si dilettano alla pratica del soft air in maniera non autorizzata, mettendo in cattiva luce di fronte all’opinione pubblica e alla pubblica amministrazione chi svolge in maniera legale questa attività.

Per porre fine ad una attività senza regole e soprattutto insicura, la Federazione ha ritenuto doveroso – nei confronti di tutti quei genitori responsabili che intendono sostenere i figli nella loro passione – organizzare il “Settore Giovanile F.I.G.T. – A.S.N.W.G.”, un settore regolamentato, legale e sicuro.

L’apertura di un “Settore Giovanile” è un passo importante per la vita associativa di un’Asd, poiché i giovani sono la “fucina” dei giocatori del futuro ed è fondamentale che i neo-softgunner ricevano un “imprinting” conforme ai principi fondanti della disciplina stessa.

Le affiliate che, per capacità e personale adeguato, intendano aprire all’interno della propria Asd un “Settore Giovanile” – consentendo le iscrizioni ai minori con età dai 13 ai 16 anni – dovranno attenersi a quanto indicato in questo documento che, oltre a dettare “Norme” ben precise, vuol essere una Linea Guida da seguire per la costituzione e la programmazione dell’attività svolta nel “Settore Giovanile” all’interno delle Asd.

 

 

Settore Arbitrale

La formazione come principio arbitrale

A partire dal 2012 A.S.N.W.G. ha cominciato un nuovo percorso per elevare ulteriormente la qualità e la sicurezza della disciplina, impegnando tutta l’Associazione in un lavoro di squadra molto importante, quello della formazione degli Arbitri.

Sull’esperienza fatta negli anni passati da Comitati Regionali come il Triveneto e la Sicilia asono state gettate le basi per questo progetto che si ispira ai principi del regolamento di Gioco a Pattuglia e che disciplina le manifestazioni agonistiche Soft Air, si tratta dunque di una materia costruita e testata durante i 20 anni di esperienza in questo gioco.

La disciplina ed il regolamento del Soft Air non sono temi facili per questo abbiamo avuto bisogno di chi ha maturato una lunga esperienza “in campo”, ecco perché abbiamo sentito l’esigenza di educare e formare chi ha il compito di vigilare ma soprattutto di far si che i partecipanti rispettino le nostre regole arbitrali.

Dopo aver valutato con attenzione ogni aspetto della nostra disciplina abbiamo deciso di nominare un Responsabile del Settore Arbitrale Regionale per ogni Comitato Regionale che ha l’obbligo di partecipare ad un Corso Arbitrale di due giorni basato su:

– discussione e chiarimento delle regole di gioco;

– principi ed etica della classe arbitrale;

– test scritto con 65 domande a risposta multipla.

Il superamento del test finale da parte del candidato assegna la carica regionale ed il compito di sviluppare in ogni regione il settore arbitrale, preoccupandosi di formare personale adeguato e preparato.

Il passo successivo dopo la formazione degli Arbitri Regionali è quello di formare gli Arbitri Nazionali che potranno essere nominati come tali, solo dopo 2 anni dalla nomina regionale e dopo aver ottenuto un certo numero di attestati di arbitraggio ricevuti a seguito dell’arbitraggio di un numero prestabilito di manifestazioni agonistiche regionali.

Un altro traguardo raggiunto per la appena nata Federazione che conferma l’attenzione e la passione con la quale lavoriamo.

 

 

Le categorie del soft air

Come in altre discipline sportive, gli atleti – in base alla fascia di apprendimento e all’età anagrafica del giocatore – sono distinti in due categorie :

“Categoria Juniores” riservata ai tesserati compresi tra il 13° anno di età compiuto fino al 16°.

“Categoria Seniores” riservata ai tesserati dal 17° anno di età compiuto in poi.

La distinzione in categorie fissa le norme di gestione e i programmi delle attività organizzate dalla Federazione nei Comitati Regionali ed Interregionali, che oltre per età anagrafica, vengono distinte dalla diversa attività sportiva, agonistica e non:

 

“Categoria Juniores“

L’attività del “Settore Giovanile” sarà prettamente ludica e non agonistica. Sono comunque previsti eventuali incontri amichevoli tra Asd, avendo cura che i programmi delle sedute siano conformi alle linee guida e che la propedeutica delle stesse sia mantenuta.

E’ importante la cura nella scelta degli spazi di gioco, privi di pericoli e di minori dimensioni rispetto ai campi utilizzati dagli adulti.

 

“Categoria Seniores”

L’attività per la categoria Seniores potrà essere sia agonistica sia non agonistica (è comunque consigliabile che solo gli atleti maggiorenni partecipino alle attività agonistiche) e comprende:

– Campionato Regionale Pattuglia Combat CQB

– Campionato Regionale a Pattuglia Ricognitiva

– Simulazioni non competitive “Grande Caccia”

– Semifinali e Finali Nazionali dei Campionati agonistici

Condividi:
Bookmark/Favorites